Aggiornato al 15 Luglio 2024

Due fratelli di Villdossola di 59 e 56 anni sono stati denunciati dai Carabinieri per avere aggredito il vicino di casa, poi finito all’ospedale

Hanno atteso in strada il loro vicino di casa, con cui c’erano stati degli screzi e dei dissapori che andavano avanti da anni, aggredendolo con dei bastoni e mandandolo in ospedale. Per questo motivo due fratelli di Villadossola, S.B., 59 anni, e M.B., 56 anni, sono stati denunciati dai Carabinieri della Compagnia di Domodossola per i reati di danneggiamento e lesioni personali aggravate in concorso continuate. L’episodio è avvenuto a Villadossola la sera di ieri, venerdì 15 ottobre; i due fratelli (il secondo incensurato, il primo con precedenti di polizia alle spalle) hanno atteso il ritorno a casa del loro vicino nell’ora serale. Quando questi è arrivato in auto hanno cominciato a percuotere il mezzo con dei bastoni, danneggiando la vettura. Quando poi l’uomo, visibilmente scosso per l’accaduto, è sceso dall’auto, i due fratelli lo hanno riempito di botte, colpendolo alla testa e in varie parti del corpo, dandosi poi alla fuga. I due però sono stati immediatamente identificati dall’Arma. Infatti non solo l’episodio era stato visto da alcuni testimoni (che hanno chiamato i soccorsi e riferito i fatti ai militari del Radiomobile accorsi sul posto), ma anche lo stesso aggredito, all’arrivo dei carabinieri, era cosciente. È stato lui a riferire agli inquirenti i fatti e l’identità degli aggressori. Subito dopo l’uomo è stato trasportato all’ospedale San Biagio di Domodossola, dove i medici hanno emesso una prognosi di 15 giorni.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

pressentazione-eventi-estivi-arona-1
fonti-bognanco