Aggiornato al 23 Maggio 2024

E’ stato il cane Clay fiutando un 30enne a scoprire che in casa aveva una coltivazione di marijuana

Il fiuto infallibile di Clay, un pastore belga in servizio a Verbania, ha consentito di scovare una coltivazione casalinga di marijuana nei pressi Cannobio, portando al sequestro di dieci piante di stupefacente predisposte per la fioritura, oltre a più di 200 grammi di marijuana pronta per lo smercio. Il sequestro è stato effettuato dalla pattuglia dei finanzieri della squadra stanziale di Piaggio Valmara, con l’ausilio del Nucleo mobile e dell’Unità cinofila del Gruppo di Verbania nei dintorni di Cannobio e il tutto è partito da un normale controllo di retrovalico. Un 30enne novarese stava viaggiando sulla propria vettura diretto a Verbania; l’uomo, risultato poi avere – secondo quanto riferito dagli inquirenti – dei precedenti per spaccio di stupefacenti, alla vista del cane ha iniziato a mostrare chiari segnali di nervosismo. Alle domande dei militari sulle ragioni del proprio viaggio a Verbania ha fornito risposte generiche e poco convincenti; nel frattempo Clay segnalava insistentemente l’uomo che non risultava avere con sé stupefacente. Insospettiti però dall’orario mattutino e dalle inconsistenti motivazioni fornite, i militari hanno avuto il sospetto che il 30enne potesse detenere, presso la propria abitazione lì nelle immediatezze, dello stupefacente. Un’intuizione rivelatasi azzeccata: la perquisizione domiciliare ha consentito di scoprire  in una specifica stanza della abitazione, una “grow box” (tenda per coltura idroponica provvista di impianto di filtraggio dell’aria e di lampade crescenti, utili alla coltivazione indoor) all’interno della quale c’erano, ancora in vaso, 10 piante in fase di rapido accrescimento, alcune delle quali già fiorite e pronte per la successiva fase di essiccazione. I militari hanno trovato altri 214 grammi di stupefacente (varietà Indica, White Widow Fetinized e Seeds Special Queen), un bilancino di precisione e due coltelli contaminati sempre da sostanza drogante e quattro grinder (dispositivo utile per la triturazione di foglie vegetali per lo più utilizzato per la triturazione di  marijuana). Le piante sono state sequestrate insieme a tutto il materiale e l’uomo è stato denunciato a piede libero. 

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

elisa-longo-borghini-per-sito