Aggiornato al 23 Maggio 2024

Nel 2022 quasi 4 milioni di euro intercettati al confine con la Svizzera

Circa mille controlli eseguiti, 132 verbali redatti per violazione alla normativa valutaria con 4 milioni di euro intercettati ai confini e oltre il 20% in più di somme recuperate rispetto all’anno precedente. 
Questi, in estrema sintesi, i numeri dei risultati effettuati dai funzionari dell’Adm del Verbano Cusio ossola e dai militari della Guardia di finanza per quanto riguarda le violazioni valutarie ai valichi di confine con la Conferederazione elvetica ad Iselle, in val Divedro, a Piaggio Valmara (Comune di Cannobio), e alla stazione ferroviaria internazionale di Domodossola. «Sono più che triplicati – spiegano dal Comando delle Fiamme gialle – coloro che sono stati scoperti e sanzionati per la movimentazione illegale di valuta di importo superiore a 9.999,99 euro. La normativa vigente infatti prevede che per i trasferimenti, da e per l’Italia, di denaro contante, assegni e altri valori mobiliari di importo pari e superiori a 10.000 euro, il viaggiatore è tenuto a compilare una dichiarazione doganale da presentare, al momento dell’entrata o uscita dal territorio nazionale, nei passaggi di frontiera, agli Uffici doganali di transito allo scopo di prevenire le attività di riciclaggio, autoriciclaggio di denaro sporco, di finanziamento del terrorismo ed altre attività illecite».
Dopo ogni accertamento di violazione i militari della Finanza hanno compiuto accertamenti più approfonditi per individuare l’origine del denaro illegalmente trasportato.

 

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

transumanza-per-sito