Aggiornato al 23 Aprile 2024

La ministra del Turismo Santanché era a Stresa. Ha parlato anche della funivia del Mottarone

La ministra del Turismo, Daniela Santanchè, è stata l’ospite d’onore ieri, mercoledì, a Stresa per la Final Conference del Meet Forum, il Forum del turismo sostenibile, giunto all’8ª edizione. La ministra ha parlato di competenze, di specializzazioni delle quali quando si fa politica non se ne ricorda più, ma ha soprattutto sottolineato che «il turismo non è né di destra né di sinistra». «Troppi italiani sono pronti a denigrare quello che noi abbiamo e parlano invece benissimo di paesi meno belli del nostro – ha detto ancora Santanchè -. Dobbiamo essere orgogliosi della nostra appartenenza. Vorrei una squadra degli italiani che creda nelle nostre peculiarità, nelle nostre capacità». Il governo ha recentemente aperto un bando, dal 20 marzo al 20 aprile, da un miliardo e 380 milioni. «Il bando è a disposizione delle nostre strutture ricettive, alberghi, terme, parchi. Come Italia abbiamo bisogno di migliorare la qualità dei servizi perché spesso non abbiamo quello che il turista ci chiede. Penso sia importante e fondamentale, se vogliamo aiutare, farlo fino in fondo senza complicare la vita. Nei bandi futuri faremo in modo che veramente sia più semplice accedervi». Ci sarà inoltre un nuovo bando che partirà la prossima settimana e riguarderà gli impianti di risalita. «Siamo in un territorio che ha subìto una grande tragedia, vi annuncio quindi che la prossima settimana partirà un bando da 200 milioni di euro dedicato agli impianti di risalita, alle funivie, sia per metterle in sicurezza, per nuovi impianti e anche per smantellare gli impianti obsoleti. Non va dimenticato che servono soldi anche per smantellare gli impianti obsoleti. Capisco che non sia una grandissima cifra, magari la potremmo migliorare. Abbiamo un’attenzione particolare per il Mottarone e per questa tragedia. Sappiamo che per questo territorio è fondamentale avere la funivia, che sia funzionante e sicura. Mi auguro quindi che una parte di questo bando riesca a trovare spazio per dare un’opportunità al territorio». 

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

tir-bloccato-in-centro-a-domo-1