Aggiornato al 21 Giugno 2024

Tragedia del Mottarone, dopo la chiusura delle indagini parla la Leitner

Dopo la comunicazione da parte della Procura relativa alla conclusione delle indagini preliminari sulla tragedia della funivia del Mottarone, consumatasi il 23 maggio 2021, non è tardata ad arrivare la nota della Leitner, la società che si occupava della manutenzione dell’impianto a fune. «Accogliamo con grande stupore – hanno fatto sapere – la comunicazione di chiusura delle indagini da parte del pubblico ministero con la quale si configurano responsabilità a carico dei vertici dell’azienda e dell’azienda stessa nell’ambito dell’inchiesta sulla tragedia del Mottarone, avvenuta in seguito alla disattivazione dei freni d’emergenza. Stupisce altresì che all’azienda e ai suoi vertici venga contestata l’omessa vigilanza dell’operato del direttore d’esercizio quale pubblico ufficiale, vigilanza che per legge spetta agli uffici pubblici preposti (Ustif)». Ancora: «Fin dall’inizio ci siamo messi a disposizione dell’autorità giudiziaria impegnandoci a contribuire, anche con il prezioso supporto dei nostri consulenti tecnici, per fare luce su quanto accaduto, certi di aver operato sempre nel rispetto delle leggi e dei contratti in essere. Qualora si arrivasse ad una richiesta di rinvio a giudizio da parte del pubblico ministero, sarà nostro impegno dare seguito al nostro contributo a fare chiarezza sulle cause dell’accaduto anche nelle ulteriori sedi processuali con l’immutata, ferma consapevolezza della correttezza delle nostre condotte».

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

IMG-FALL