Aggiornato al 17 Luglio 2024

La festa per i 100 anni della ferrovia di confine

E’ questa la settimana che vede il clou delle celebrazioni del compleanno, 100 candeline, della ferrovia che unisce Italia e Svizzera: la Vigezzina, per parte italiana, la Centovallina, per quella svizzera.

UN PO’ DI STORIA

Una linea, quella che unisce la capitale dell’Ossola con il Lago Maggiore attraverso le Centovalli in un alternarsi suggestivo di ponti (ben 83) e scenari alpini di incantevole bellezza. Una linea a semplice binario, scartamento 1.000 mm. Elettrificata a 1.200V. Il suo esercizio venne concesso a due società diverse in base ad un’apposita convenzione italo-svizzera stipulata il 12 novembre 1919. Il tratto italiano di 32,250 chilometri venne affidato alla Società Subalpina per le Imprese Ferroviarie mentre il tratto svizzero di 19,980 chilometri alla Società per le Ferrovie Regionali Ticinesi. Nella primavera del 1913 iniziarono i lavori, terminati solo il 27 marzo 1923. L’inaugurazione ufficiale avvenne il 25 novembre.

L’INIZIATIVA FILATELICA

Grazie al Circolo filatelico domese oggi, sabato 25 novembre, verrà inaugurata una mostra filatelica dedicata ai primi 100 anni. Con la collaborazione di Poste Italiane verrà anche emesso uno speciale annullo filatelico, in formato tondo, che riporta la scritta “100º anniversario ferrovia Vigezzina-Centovalli-mostra filatelica – 25.11.2023 – 28857 Santa Maria Maggiore (Vb)”. Il servizio temporaneo sarà attivo nella struttura comunale polifunzionale di via Belcastro 5/b a Santa Maria Maggiore dalle 10 alle 16. L’annullo, dopo l’utilizzo, sarà disponibile dal 27 novembre e per i successivi 60 giorni all’ufficio postale di Domodossola, via Giuseppe Romita 7, al termine dei quali verrà depositato al Museo della Comunicazione di Roma ed entrerà a far parte della collezione storico postale. Su progetto grafico di Giampaolo Prola (autore anche del bozzetto da cui è stato riprodotto l’annullo) è stata realizzata anche una speciale busta postale (emessa in 400 esemplari) che potrà essere obliterata con il citato annullo ed un francobollo a tema ferroviario. Sul retro della busta sono riportati gli stemmi dei comuni attraversati dalla linea.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

santanche-1