Aggiornato al 25 Febbraio 2024

Centrale a biomasse di Caprezzo avvolta dalle fiamme. Si tratta del secondo incendio

Un altro incendio ha distrutto, nelle prime ore dell’alba di oggi, la centrale a biomasse di Caprezzo. Le fiamme, di cui al momento si ignorano le cause, sono state notate poco dopo le 5.30 da un residente che stava scendendo a Verbania per recarsi al lavoro. E’ stato lui a dare l’allarme e ad avvisare il sindaco Pierangelo Ballardini che spiega: «Intorno alle 6 ho avvisato, io per primo, il 112 e i Vigili del fuoco. Purtroppo, però, le fiamme avevano già distrutto la struttura». Questo è il secondo incendio che riguarda la struttura di Caprezzo, che era già andata a fuoco il 13 dicembre 2019. Sul posto ci sono vigili del fuoco e polizia, con uomini della Polizia scientifica per cercare di capire le cause. Non si esclude la matrice dolosa. Molto scosso il titolare dell’impianto, Riccardo Borgotti, che stando ad una prima ricostruzione sarebbe rimasto lì fino intorno all’una di notte: «Al momento non posso rilasciare dichiarazioni – spiega – ci sono i rilievi della Scientifica in corso. È andato tutto distrutto, come già la volta scorsa» sono le sue uniche parole. 
Spiega il sindaco Ballardini: «Come ho riferito alla Polizia, noi eravamo passati di lì con i mezzi per pulire la strada, in quanto stava nevicando; erano le 23.47 ed era tutto a posto». Le fiamme dunque si sono sviluppate tra l’una di notte e le 5 di mattina. Oltre alla struttura è andato bruciato anche un automezzo parcheggiato lì accanto e varie attrezzature.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

norma-bianchi