Aggiornato al 25 Giugno 2024

Elezioni comunali, il centro destra punta su Rino Porini

Manca solo l’investitura ufficiale, mentre sotto traccia il lavoro per tessere la tela ed arrivare a trovare i giusti equilibri per costruire la lista è in pieno svolgimento. A pochi mesi, ormai, dal voto amministrativo che vedrà anche la città chiamata alle urne per eleggere il sindaco, sul fronte del centro destra il nome di Rino Porini è quello sul quale convergono tutti e che attende solo, a meno di sorprese, di essere annunciato. L’attuale vice presidente della Provincia per il momento preferisce evitare commenti e dichiarazioni, attorno al suo nome però i sì di Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia ci sono e vengono ribaditi espressamente dai segretari provinciali dei tre partiti di riferimento, anche se di fatto la lista è civica. «A Gravellona abbiamo un gruppo forte, il confronto è in corso, siamo in attesa di verificare la disponibilità di Rino Porini che per noi è una figura idonea a ricoprire il ruolo di candidato» dice Davide Titoli, segretario provinciale di Fratelli d’Italia. «Quello di Rino Porini è il nome giusto sul quale il centro destra può convergere, la nostra disponibilità in tal senso c’è» dice anche Enrico Montani, segretario della Lega del Vco. Concetti espressi anche da Mirella Cristina, segretaria provinciale di Forza Italia, partito concentrato in questi giorni sul congresso provinciale. «Ci sembra che possa essere il candidato migliore – dice Cristina -, ha una grande esperienza politica ed amministrativa che può mettere a disposizione della città». Le premesse per una fumata bianca da raggiungere in tempi brevi, insomma, sembrano esserci tutte, con Porini che correrebbe così in cerca del suo quarto mandato da sindaco, dopo i tre nel periodo dal 1995 al 2004. Resta da capire chi dell’attuale maggioranza di centro sinistra raccoglierà la sfida. La notizia di un ipotetico cambio della legge, con la possibilità di un terzo mandato per i sindaci dei Comuni fino a 15mila abitanti (provvedimento che era stato però rimandato nell’ultimo Consiglio dei ministri), aveva fatto tornare in gioco l’ipotesi di una nuova candidatura del sindaco uscente Gianni Morandi, con gli assessori Roberto Birocco e Cristina Franchi che erano indicati come i due nomi in prima fila dell’attuale giunta tra i quali scegliere il candidato sindaco prima che l’ipotesi del terzo mandato emergesse. Quest’incertezza sembra aver “congelato” le scelte, il nodo rimane quindi ancora da sciogliere.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

foto-per-sito-controlli-cc