Aggiornato al 12 Aprile 2024

Alleanza Vco-Varese per l’Expo

“Un passaggio importante verso una rete che sorpassi campanilismi e confini amministrativi in nome di azioni di sistema congiunte e finalizzate alla crescita del turismo”. Così hanno deciso di presentarsi, in modo unito e compatto, Federalberghi Varese e Federalberghi Vco (Verbano Cusio Ossola). A Stresa, nei giorni scorsi, si è tenuto un Consiglio Direttivo congiunto tra Federalberghi Varese e Vco, con la presenza anche di rappresentanti della Associazione Albergatori Novarese, del Direttore Generale di Federalberghi, Alessandro Nucara, e dei vertici delle rispettive Camere di Commercio. Obiettivo? Unire le forze per una strategia comune che metta al centro Expo 2015 e il futuro di Malpensa. Due argomenti strettamente legati – si legge in una nota dell’associazione -: è impensabile, infatti, che si
affronti il grande evento fieristico mondiale con uno scalo aeroportuale sotto utilizzato, il cui sviluppo resta con il freno a mano tirato e con il nodo irrisolto dei collegamenti, a cominciare – come è stato sottolineato durante l’incontro – da quelli tra lo scalo aeroportuale e i padiglioni dell’Expo. E ancora, in vista dell’importante appuntamento, sul tappeto gli albergatori hanno messo anche l’accento sul problema del rilascio dei visti turistici, che dovranno essere concessi proprio ai numerosissimi visitatori che l’Expo richiamerà nel nostro paese. L’appello
lanciato dagli operatori del settore alberghiero è rivolto agli organismi preposti al rilascio dei visti turistici affinché ne facilitino la concessione utilizzando anche le nuove tecnologie.
Il rischio è che la burocrazia possa scoraggiare i turisti provenienti dai mercati emergenti ed in particolare da Cina, Russia, India e Sudafrica.
Da qui la necessità di unire le forze per far sentire la propria voce alle istituzioni, ma
anche la volontà di mettersi in gioco attraverso la proposta di sinergie associative, a partire dalla creazione di club di prodotto.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

IMG-FALL
ponti-abusivi-finanza-per-sito