Aggiornato al 26 Maggio 2024

Rachele, rinviata l’autopsia

Si allungano i tempi per conoscere la verità sulla tragica fine di Rachele, la bambina di tre anni morta in circostanza ancora non chiarite nel primo pomeriggio di sabato nella sua casa di via Muller a Intra.

Questa mattina un lungo vertice in procura tra il procuratore capo Giulia Perrotti, il sostituto procuratore Gianluca Periani (titolare delle indagini), il comandante provinciale dei carabinieri Luca Politi e il comandante del Nucleo investigativo Giovanni Dellasala, vertice nel quale si è deciso di chiamare per l’autopsia (inizialmente prevista per domani e affidata al professor Alberto Bellocco dell’Asl Vco) anche un docente dell’Istituto di medicina legale di Milano dotato di attrezzature non disponibili in provincia.

L’esame dunque non verrà effettuato prima di mercoledì o giovedì. Nel frattempo la madre della bambina è ancora ricoverata nel reparto di Psichiatria dell’ospedale Castelli dopo la crisi avuta a seguito della morte della figlia.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

presentazione-iniziativa-spalloni-per-sito