Aggiornato al 30 Maggio 2024

Presentato alla Fabbrica “Il falsario sognatore” di Mazzi

Racconti del paese delle origini e ungulati hanno riempito il pomeriggio di venerdì 2 maggio al 17° Salone degli autori e degli editori del Vco. In attesa del weekend finale, ricco anche di appuntamenti teatrali per bambini e adulti, si cominciano a fare i primi bilanci e a stilare la top ten dei libri più venduti. Per ora al primo posto c’è il thriller “Morte in un sorriso” di Mario Borgnis, seguito da “Setaccio” di Anna Mencarelli, che è a pari merito con “Valnòs” di Marcoenrico Manoni, presentato proprio venerdì.

VALNòS di Marcoenrico Manoni
Nove racconti nati nel tempo, quando la vita porta lontano dal luogo d’origine e pian piano le esperienze e i ricordi riaffiorano, mescolandosi a sogni e fantasie. Marcoenrico Manoni oggi vive e lavora come biologo tra Milano e Firenze, ma porta nel cuore le avventure vissute tra le forre del torrente Ovesca, in Valle Antrona.

IL CONFINE di AA.VV.
Il Progetto Teatro della Narrazione di Verbania dà alle stampe una manciata di racconti, scritti e poi spesso anche condivisi in momenti di lettura collettiva. A fare dal fil rouge del progetto il tema del confine, linea non solo geografica.

MAMMIFERI IN PUNTA DI PIEDI a cura del Parco Valgrande
L’ente parco della Valgrande presenta il risultato dello studio degli ungulati presenti all’interno dell’omonima area protetta, accompagnando il testo con immagini molto belle. Il libro contiene anche indicazioni sulla gestione degli animali all’interno del parco.

LA CHIMICAMAESTRA di AA.VV.
Un viaggio nel mondo affascinante e a tratti misterioso della chimica rivolto ai futuri maestri della scuola primaria. Se ne è occupata l’associazione “Il Baobab albero della vita”, che ha affidato l’incarico a Carpignano, Cerrato, Lanfranco e Pera.

LA PASTURA – a cura della Fipsas
Micro-conferenza a cura del presidente Umberto Grossi per illustrare il lavoro di coltivazione di specie autoctone all’interno di alcuni incubatoi distribuiti sul territorio. Lusinghieri i successi ottenuti in anni di lavoro meticoloso e appassionato, svolto da volontari.

IL FALSARIO SOGNATORE di Benito Mazzi (nella foto a destra)
Presentazione divertente e scanzonata per l’ultimo romanzo scritto dall’autore vigezzino, che è riuscito a scovare un personaggio stravagante di origini maseresi (e il dettaglio è già tutto un programma!). Mazzi ricostruisce le avventure di un bohémien di provincia, che fa la spola tra la Vigezzo e Londra, dove incontra Mastroianni e l’amore.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

IMG-FALL