Aggiornato al 27 Maggio 2024

Ex Casa Pound di Verbania ferito in sparatoria

E’ Giovanni Ceniti, l’ex responsabile di casa Pound Verbania, il giovane di 29 anni ferito questa mattina a Roma nell’agguato nel quale è stato ucciso Silvio Fanella, 41 anni, considerato dagli investigatori il “cassiere” di Gennaro Mokbel, l’imprenditore romano un tempo vicino all’estrema destra finito in carcere e condannato a 15 anni nell’inchiesta «Broker», che 4 anni fa aveva svelato un maxi-riciclaggio di due miliardi di euro ai danni dell’erario.
Secondo una prima ricostruzione tre persone, tra cui Ceniti, sono salite questa mattina verso le 9 al quinto piano del palazzo del quartiere Camilluccia in cui viveva Fanella, sono entrate nel suo appartamento e lì hanno prima avuto una lite con l’uomo e poi ci sarebbe stata una sparatoria, durante la quale Fanella è morto e Ceniti è stato ferito ad un gluteo. I tre sono quindi fuggiti ma Ceniti non è riuscito ad andare oltre il portone, dove è stato abbandonato dagli altri due. Ora si trova ricoverato in prognosi riservata al Policlinico Gemelli.
Ceniti, di origine genovese, era stato allontanato da Casa Pound nel 2011 perché la sua condotta «non era adatta al movimento».
Ceniti è residente a Masera ed è noto per avere un’attività di rivendita di ricambi auto.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

auto-cc-per-sito