Aggiornato al 27 Maggio 2024

Furti a raffica: arrestato

Avrebbe già dovuto essere fuori dai confini nazionali visto che era stato colpito da un decreto di espulsione, e invece era ancora in Italia e per vivere si era dato ai furti a catena. Ieri però è finito in manette dopo aver compiuto in pochi minuti ben 3 colpi, tutti nella zona del lungolago di Stresa. Il primo al bar Verbanella, dove ha sottratto una bici; poi ha rubato la borsa ad una signora approfittando di un suo momento di distrazione; infine ad una coppia che prendeva il sole in spiaggia ha rubato un cellulare e un portafogli. I carabinieri di Stresa però dopo la prima denuncia l’hanno rintracciato in pochi minuti e lui, un marocchino senza fissa dimora, è stato arrestato. Processato stamattina per direttissima è stato condannato a 9 mesi con la remissione in libertà e un nuovo ordine di lasciare l’Italia.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

auto-cc-per-sito