Aggiornato al 26 Maggio 2024

Sarà è morta dieci ore prima di arrivare in Italia

Il decesso della piccola Sara, la bimba siriana mai nata, è avvenuto fra le dieci e dodici ore dall’arrivo in Italia avvenuto venerdì scorso poco prima le 18. È quanto avrebbe stabilito l’autopsia voluta sia dall’ASL del Vco che dalla Procura della Repubblica di Verbania che con il sostituto procurato Nicola Miazzina ha aperto un’inchiesta. L’ultima volta che la giovane mamma siriana ha sentito la piccola muoversi nella pancia è stato a Vallorbe. Poi la rottura delle acqua e l’emorragia avvenuta durante il viaggio fra Vallorbe e Briga, in Svizzera. A questo punto la competenza del presunto reato (il padre ha denunciato omissione di soccorso e maltrattamenti d aparte delle forze dell’ordine elvetiche) rimane svizzero anche se essendosi concluso in Italia, le autorità italiane hanno chiesto una rogatoria internazionale per conoscere i nomi dei gendarmi che hanno trattato il caso di questi siriani. Per loro si ipotizza l’accusa di omissione di soccorso.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

presentazione-iniziativa-spalloni-per-sito