Aggiornato al 26 Maggio 2024

Ecco l’identikit dei truffatori dalla “falsa” donna incinta

Dopo che l’allarme era già stato sulle pagine di Eco Risveglio la Questura del Vco torna a mettere in guardia dalla coppia con la “finta” donna incinta.
Nuove truffe si sono infatti consumati negli ultimi giorni, un caso a Verbania e l’indomani a Stresa.

L’ attenzione – spiega la polizia di Stato – va portata a due soggetti, di nazionalità italiana, sui 30-35 anni, che operano in coppia:
– la donna, si presenta in stato di gravidanza, alta 1 metro e 65 cm circa, carnagione chiara, corporatura normale e capelli rossi a caschetto altezza spalle;
l’uomo alto 1 metro e 75 cm carnagione chiara e capelli corti neri.
“I due soggetti – si legge – , come nella maggior parte dei casi, adescano la vittima per strada, spesso già individuata tra gli anziani. Raccolgono informazioni sulla loro vita per poi strumentalizzare mediante artifizi e raggiri, riuscendo a carpire così la loro fiducia (fingendosi amici di famiglia) e ad avere facile accesso alle abitazioni. Si dividono i compiti: uno rassicura la vittima, la distrae, l’altro fa “il lavoro sporco” sottraendo quanto di prezioso custodito in casa. Sarebbe utile una collaborazione della collettività invitata a segnalarci persone sospette riconducibili all’identikit delineato.
Sarebbe buona prassi, altresì, per ridurre le situazioni di rischio, che gli anziani non venissero lasciati completamente soli, facendogli capire che non devono fidarsi di nessuno, di non accettare inviti, non far accedere al proprio domicilio persone sconosciute che dicono di conoscere i loro parenti”.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

presentazione-iniziativa-spalloni-per-sito