Aggiornato al 27 Maggio 2024

City bus e frontalieri con le ali

La Giunta Comunale verbanese ha approvato, su proposta dell’Assessore ai Trasporti e Servizi Territoriali Felice Iracà il nuovo servizio “Citiy bus”, in accordo tra l’Amministrazione Comunale, quella Provinciale e la Società Vco Trasporti, finalizzato ad organizzare dei servizi a chiamata presso i quartieri di Possaccio, Biganzolo, Antoliva, Madonna di Campagna e Plush, argine San Giovanni con servizio per Hospice/rsa, Palazzetto dello Sport e Piscina Comunale.
L’esperimento si attiverà dal 15 settembre al 31 dicembre 2014.

Inoltre il Comune “si impegna a collaborare con il personale della Società di trasporto per effettuare controlli di verifica dei titoli di viaggio a bordo dei bus di linea mettendo a disposizione i Vigili Urbani così da attivare forme di controllo del territorio e di prevenzione di eventuali comportamenti devianti”.

Inoltre – si legge in una nota di palazzo di città – l’Amministrazione Comunale di Verbania intende promuovere un accordo con Navigazione Lago Maggiore, finalizzato a studiare una mobilità alternativa utile ai frontalieri del territorio italiano che ogni giorno si recano nella vicina Svizzera Ticinese.
Il progetto si basa sulla possibilità di applicare l’impiego di aliscafi già in assetto operativo sul Lago Maggiore.
La sperimentazione sarà ‘lanciata’ con una campagna di supporto alla stessa, avente l’obiettivo di raccogliere il minimo di 150 adesioni entro il mese di settembre 2014.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

morandi-e-porini-per-sito