Aggiornato al 19 Aprile 2024

Gianfry, a ucciderlo è stata la stricnina

Avvelenamento da stricnina. Così è morto Gianfry, l’eremita della Val Grande, al secolo Gianfranco Bonaldo, scomparso lo scorso 16 giugno. Nei giorni scorsi il medico legale ha depositato i risultati dell’esame autoptico, compreso quello tossicologico, e la causa della morte è stata proprio individuata nell’assunzione della sostanza in una dose giudicata letale.
Non si conosce come ne sia venuto in possesso e l’abbia ingerita, né per quali ragioni, se consapevolente o incosapevolmente, ma sulla base dell’autopsia e degli altri accertamenti eseguiti non ci sono elementi che facciano ipotizzare una responsabilità di terze persone. Il sostituto procuratore titolare del fascicolo ne chiederà quindi con tutta probabilità l’archiviazione.
Articolo su Eco Risveglio in edicola

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

funerale-roberto-fantone