Aggiornato al 18 Aprile 2024

Lago Maggiore half marathon successo etiope

Il giovanissimo etiope Abayneh Degu Tsehay è stato ieri il vincitore della nona edizione della Lago Maggiore Half Marathon da Verbania a Stresa. Con 1h01’43” iscrive il suo nome nell’albo d’oro ma non gli riesce l’impresa di battere il primato della gara.
Tra le donne successo per la keniana Hellen Nzembi Musyoka in 1h13’04” la favorita della vigilia con un primato personale di 1h10’50”.

A completare il podio maschile ancora atleti degli altipiani africani, Kenya al secondo posto con Emmanuel Kibet Kichwen con 1h02’08” e medaglia di bronzo per il compatriota Nicholas Mulinge Makau sul traguardo in 1h02’29”, appena un secondo di ritardo dopo una spettacolare volata.

Per le donne Etiopia al secondo posto in 1h15’37” grazie a Helen Bekele Tola mentre è terza la prima donna italiana. Alice Gaggi sale così sul terzo gradino del podio in 1h15’54”. La valtellinese Gaggi, già campionessa mondiale di corsa in montagna 2013, ha siglato il suo nuovo primato personale, il precedente era di 1h16’01”. Alice si è anche aggiudicata così il premio riservato alla prima donna italiana in memoria di Patrizia Pizzi.
Rolando Piana è invece il primo uomo italiano, decimo assoluto in classifica, con 1h09’30”, e si aggiudica il premio in memoria di Aldo Sassi.
Oltre duemila gli iscritti.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

longoborghini-per-sito