Aggiornato al 21 Giugno 2024

Cem Il Maggiore, l’opposizione va dal prefetto

La maxi variazione di bilancio per il teatro (da 500mila euro) preoccupa la minoranza consiliare che questa mattina era in prefettura a Villa Taranto per manifestare tutto il proprio disappunto. Il “caso” è scoppiato ieri sera in conferenza capigruppo quando proprio l’opposizione ha chiesto al presidente del consiglio che il consiglio comunale straordinario sul teatro (chiesto il 17 maggio) venisse convocato al più presto, comunque prima che il 6 giugno a palazzo Flaim venisse discussa la variazione incriminata. Proposta che non è piaciuta al capogruppo Pd Marco Tartari e al capogruppo di Con Silvia Per Verbania Filippo Marinoni che hanno di fatto risposto no, proponendo di inserire il punto della minoranza sul teatro proprio in coda al consiglio del 6. «Quello che è successo in capigruppo è scandaloso – commenta il consigliere d’opposizione Michael Immovilli – alle minoranze viene negato un consiglio comunale regolarmente e legittimamente richiesto per discutere della gestione del Cem-Maggiore». «Questa mattina al vice prefetto Basilicata abbiamo spiegato la situazione, abbiamo consegnato un dossier con tutte le determine e le anomalie sulla gestione del Cem e abbiamo chiesto un intervento del prefetto» aggiunge la leghista Stefania Minore che si è recata a villa Taranto anche con il collega Renato Brignone.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

IMG-FALL