Aggiornato al 22 Giugno 2024

Livello lago, Marchionini chiede incontro con Regione

Inizio estate senza la spiaggia del “lido dei poveri” a Suna ma anche senza il lido di Cannobio (foto) che non è ancora utilizzabile dai numerosi bagnanti dell’alto Verbano che si sono spostati altrove: alla spiaggia Darsene o al fiume. Una situazione che pone, ancora una volta, l’accento sull’annosa questione della regolazione dei livelli del lago con l’appello del sindaco di Verbania alla Regione perché intervenga. Silvia Marchionini, in qualità di sindaco del Comune capofila della Gestione associata del bacino del Lago Maggiore, ha infatti deciso di prendere carta e penna e di scrivere all’Autorità di bacino. «La Gestione associata bacino Maggiore provincia Vco e la Gestione associata demanio basso Lago Maggiore in tutte le occasioni legate all’attività della sperimentazione dei livelli del Lago Maggiore, ha sempre motivatamente espresso parere contrario all’innalzamento costante dei livelli, non solo per motivi legati all’economia del territorio, ma ritenendo non adeguato l’approccio di procedere con livelli predefiniti in relazione agli evidenti mutamenti meteo-climatici, che contrappongono un metodo di regolazione rigida, in rapporto a fenomeni naturali dinamici con punte di particolare intensità». Da qui l’esigenza per Marchionini di ritrovarsi al più presto intorno ad un tavolo per rivedere la regolazione dei livelli «in qualsiasi sede, per la definizione del problema, non ritenendo più sostenibile – chiude il sindaco di Verbania – un sistema teso costantemente al raggiungimento del livello prefissato dalla sperimentazione, ma senza alcuna sensibilità ed attenzione in caso di superamento dello stesso».

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

IMG-20240622-WA0001