Aggiornato al 25 Giugno 2024

‘Ndrangheta, estradato latitante scoperto dalla Mobile di Verbania

“Pochi capelli in testa, tutti rigorosamente bianchi, l’aria del tranquillo sessantenne, come se ne vedono tanti in giro. Ma Antonio Nucera, meglio noto nell’ambiente come ‘Ntonaci, non si trovava nella Confederazione Elvetica per respirare l’aria buona dei sentieri d’alta montagna del Cantone Vallese, più prosaicamente cercava nuovi sbocchi “imprenditoriali” per la ‘ndrina di Condofuri, cosca di cui era uno degli esponenti di maggior spicco”. Così recita il comunicato diffuso dalla Questura del Vco. Nucera era latitante dall’Italia dal 2013, dove era stato condannato in primo grado di giudizio per associazione mafiosa, riciclaggio e reimpiego di beni di provenienza illecita, era uno dei capofila di un gruppo organizzato che stava cercando di infiltrarsi nel mondo degli affari e dell’imprenditoria elvetica.

L’8 marzo scorso in Svizzera, quando anche grazie al fondamentale contributo degli investigatori della locale Squadra Mobile di Verbania, era stato arrestato sulla base di un mandato di cattura internazionale. E’ ritenuto partecipante a un’intricata organizzazione finalizzata al riciclaggio di denaro sporco operante tra Italia e Svizzera.

E’stato estradato in Italia nella tarda serata di ieri, dove le formalità del suo arresto sul territorio nazionale sono state espletate dalla Polizia di Stato presso l’Ufficio di Polizia di Frontiera di Fiumicino.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

foto-per-sito-controlli-cc