Aggiornato al 23 Maggio 2024

Causa Bragoni, “il Comune di Domo rischia di non poter pagare gli stipendi”

Se il Comune dovesse pagare per la causa Bragoni si darebbe luogo a un’insostenibile crisi di liquidità per il Comune che porterebbe a l’inevitabile dichiarazione di dissesto.
Inoltre “se il Comune fosse obbligato a versare l’importo azionato dai signori Bragoni non avrebbe più alcuna disponibilità di fondi nè il pagamento degli stipendi nè nessun’altra spesa con la conseguenza inevitabile che l’Ente dovrebbe essere commissariato per dissesto finanziario con gravi ricadute sulla cittadinanza derivanti principalmente dall’incremento di tutti i tributi locali alla aliquota massima”.
Tutto questo scrive l’avvocato Paolo Scaparone difensore del comune di Domodossola nella richiesta della sospensiva della sentenza che sarà discussa il 14 agosto presso la corte d’appello di Torino.
Intanto lunedì’ 11 luglio c’è stata l’udienza, presso il tribunale di Verbania, sulla causa Comune di Domodossola – Eredi Bragoni.
L’amministrazione comunale chiedeva la sospensiva dell’atto di pignoramento effettuato nei confronti del comune in data 15 giugno per un importo di quasi due milioni di euro.
Abbastanza singolare la tesi esposta dal Comune che chiede di non applicare il pignoramento per “il grave ed irreparabile danno che subirebbe il Comune di Domodossola dall’esborso delle somme liquidate con il titolo esecutivo e, soprattutto del permanere del pignoramento”
Il giudice non ha preso nessuna decisione riservandosi di dare il proprio parere.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

elisa-longo-borghini-per-sito