Aggiornato al 23 Maggio 2024

Dimissioni in massa dell’opposizione a Vogogna

«A poco più di due anni dalle elezioni comunali, nonostante abbiamo dimostrato di non essere polemici per partito preso, ci troviamo a constatare di essere scarsamente coinvolti nella vita amministrativa se non per gli atti dovuti a ridosso dei consigli comunali ai quali per altro si arriva con decisioni già prese, per le quali non c’è dibattito con la maggioranza e ogni nostro intervento e soprattutto il nostro voto, sia esso favorevole, contrario o di astensione, è ininfluente». Con queste parole Manuela Martinelli, Luciano Spadone e Alberto Cerutti, i tre consiglieri comunali di minoranza di Vogogna, hanno presentato al sindaco Enrico Borghi e al segretario Pietro Boni le loro dimissioni.
Una scelta senza precedenti, visto che li seguiranno anche tutti i consiglieri destinati a subentrare in consiglio tranne uno. Hanno già infatti presentato la rinuncia a partecipare al consesso Simone Vadalà, Elisa Bevilacqua, Fernando Alfieri, Stefania Napoli, Sabrina Pidroni e Alessio Perazzoli. Ha invece accettato la surroga Umberto Di Carmine che si troverà da solo in consiglio a rappresentare la minoranza.
Il consiglio, inizialmente previsto per lunedì prossimo, è stato anticipato a domani mattina, sabato 26, a Palazzo Pretorio alle 9.30. «Risponderò alla minoranza – assicura il sindaco parlamentare (nella foto) – nel corso della seduta».

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

messa-mottarone-per-vittime-2023