Aggiornato al 27 Maggio 2024

Vco, calano i reati, aumentano i morti sulle strade

Una diminuzione dei reati denunciati dell’11 per cento, ma il doppio dei morti sulle strade. Sono due dei dati più significativi del bilancio di fine anno tracciato martedì 20 dicembre dal prefetto Iginio Olita nella sede di Villa Taranto. Il primo da rappresentante del Governo nel Vco. La sua nomina risale infatti a maggio, e in questi 7 mesi, dopo che il Vco aveva vissuto un periodo di vicariato della carica, Olita ha voluto ricostruire un rapporto con la comunità locale.
Per quanto riguarda i reati il calo (in base ai dati aggiornati ai giorni scorsi) è stato dell’11 per cento annuo. In particolare dimezzate le rapine e 30% in meno di estorsioni. Due i casi di denunce d’usura ma legati alle banche e non alla criminalità organizzata, 12 invece quelle di violenze sessuali (+71%). Meno 15% di furti totali, e -39 per quelli in abitazione. Calano anche le truffe e frodi informatiche (-11%) e i delitti informatici (-58.7%), merito anche dell’attività di sensibilizzazione verso la popolazione anziana portata avanti dalle forze dell’ordine.
Nota dolente è invece il numero di morti sulle strade passato da 4 (nel 2015) a 8 quest’anno. Indice puntato in particolare sulla velocità e l’utilizzo di cellulari alla guida.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

croce-rossa-giornata-mondiale