Aggiornato al 23 Maggio 2024

Verbania, pellicce di cane procione spacciate per sintetiche

La Compagnia di Verbania della Guardia di Finanza ha eseguito il sequestro 140 giubbotti presso un negozio di un soggetto di nazionalità cinese di Verbania e successivamente presso un importatore con sede in Milano. Questi beni venivano posti in commercio con l’indicazione sui cartelli della composizione in materiale sintetico, ma accertamenti preliminari tecnici posti in essere nell’immediatezza dell’intervento hanno consentito di riscontrare come la pelliccia apposta sugli stessi fosse di origine animale, in particolare di cane procione.

Frode in commercio il reato contestato dai finanzieri all’importatore milanese i cui beni erano giunti sino al mercato verbanese.

Il vero nome del cane procione è tanuki ed è un mammifero carnivoro appartenente alla famiglia dei canidae, ed unica specie vivente del genere Nyctereutes; il suo parente più prossimo è la volpe. E’ originario del Giappone, Siberia sudorientale e Manciuria.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

preparativi-per-G7