Aggiornato al 23 Maggio 2024

Turismo Laghi, nel 2016 oltre 3milioni e mezzo di presenze

“Siamo il primo territorio del Piemonte per flusso turistico”: queste le parole di Oreste Pastore, consigliere delegato del Distretto dei Laghi e valli dell’Ossola (composto dai 76 comuni del Vco e da una ventina di comuni del Novarese) al termine della conferenza stampa di presentazione dei dati relativi al turismo nel 2016. I turisti giunti nel Distretto dei Laghi nel 2016 sono stati circa 3 milioni e mezzo (3.350mila nel 2015). “Il dato di per sé è straordinario – ha sottolineato lo stesso Pastore – ma è in difetto; infatti, non calcola il turismo sommerso, rappresentato dalle seconde case. In totale, quindi, possiamo dire che le presenze sono state vicine ai 6 milioni per un fatturato strepitoso da parte del nostro territorio. Enaip (Ente nazionale Acli istruzione professionale ndr) valuta una spesa di 110 euro al giorno per ogni turista e quindi gli introiti derivanti dal turismo nel Vco sono vicini ai 600 milioni annui”. Pastore, poi, ha aggiunto: “A parte l’area metropolitana di Torino, nessun’altra zona del Piemonte compete con noi. Il Distretto di Cuneo è in seconda posizione con un milione di presenze, quindi meno di un terzo delle nostre. Tutte le altre realtà non raggiungono i 700mila turisti annui”. Molto felice anche Stefano Costa, presidente provinciale. “I numeri non mentono – ha sottolineato Costa – ma possono ancora essere migliorati; infatti, molti esercizi non trasmettono in maniera adeguata i loro dati e questo non ci permette di avere un’idea reale della situazione. Come ente, insieme al Distretto, ci stiamo impegnando per migliorare sotto questo punto di vista. Un altro obiettivo importante sarà il miglioramento del trasporto pubblico, un servizio molto richiesto dai turisti, soprattutto quelli stranieri”. A tal proposito notizie confortanti provengono dal Lago d’Orta. “Stiamo siglando dei protocolli d’intesa – ha spiegato Moreno Rubelli, amministratore delegato di Navigazione Lago d’Orta – con le società private, con le province di Novara e Vco e con le amministrazioni locali per avere la possibilità di trasportare le bici elettriche sulle nostre imbarcazioni. Inoltre, nel 2017 istituiremo un info point nella piazza principale di Orta, in modo tale da dare le giuste direttive ai turisti”. E i numeri sul Lago d’Orta sono veramente sorprendenti dal 2005 ad oggi: dalle 89mila persone salpate si è passati nel giro di 11 anni a 190mila. Tornando ai dati generali nel 2016, la meta più toccata del Vco è stata Verbania con 850mila presenze. Tedeschi, olandesi e svizzeri sono gli amanti più appassionati delle nostre terre, mentre i francesi nel 2016 sono stati in calo. Gli arrivi sono risultati in aumento del 2,38% rispetto al 2015 e le attività extra alberghiere sono state le più frequentate.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

messa-mottarone-per-vittime-2023