Aggiornato al 2 Marzo 2024

Ruba giubbotto a Domo, beccato in stazione

Aveva approfittato della presenza di numerosi clienti nel negozio per agire indisturbato. Almeno così credeva W.A., 20enne cittadino tunisino senza fissa dimora che, nel giorno dell’Immacolata – verso le 16,40 – aveva sottratto una giacca ed un cappello di marca da un noto negozio di articoli sportivi di Domodossola e aveva inforcato l’uscita senza passare dalla cassa.
Ma dalla Questura di Verbania spiegano che non aveva fatto i conti con gli altri clienti e con la titolare dell’esercizio commerciale. I primi hanno subito segnalato il comportamento del giovane, la seconda si è data all’inseguimento del ladro fin dentro la vicina stazione ferroviaria.
In stazione, una pattuglia del Settore Polizia di Frontiera, allertata dalla donna, individuava un nordafricano che rispondeva alla descrizione che era stata fatta del ladro. Il ragazzo, che sedeva al bar del nodo ferroviario sorseggiando una bibita, indossava la giacca da poco rubata.
Riconosciuto dalla titolare del negozio, il giovane veniva sottoposto a perquisizione personale, cosa che consentiva di rinvenire nel capiente marsupio che aveva con sé il cappellino sottratto, con ancora il cartellino col prezzo e l’etichetta del negozio che lo esponeva, attaccato.
Per queste ragioni, W.A. veniva indagato in stato di libertà per il reato di furto. I capi di abbigliamento, invece, venivano prontamente restituiti alla legittima proprietaria.

 

 

 

 

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

dolcevita