Aggiornato al 24 Luglio 2024

L’Adm Ufficio del Vco sequestra valuta, monete antiche e telefoni cellulari

Un nuovo sequestro di valuta, telefoni cellulari e monete antiche (presumibilmente risalenti al periodo sabaudo) è stato effettuato dai funzionari dell’Adm (Accise, dogane e monopoli) dell’ Ufficio del Vco, in sinergia con i militari della Guardia di finanza. Gli oggetti preziosi, per cui non era stata presentata denuncia, erano stati occultati nei bagagli di viaggiatori che si apprestavano ad entrare in Italia. I controlli sono stati svolti presso i valichi di confine con la Svizzera e alla stazione ferroviaria internazionale di Domodossola. «La valuta non dichiarata – spiegano dall’Adm – ammonta a oltre 62.000 euro. I contravventori si sono avvalsi della possibilità della definizione agevolata della violazione con il pagamento dell’oblazione pari a 3.300 euro. Per quanto riguarda le monete, invece, è in corso una perizia numismatica al fine di determinare con precisione epoca e valore».

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

vigili-del-fuoco-a-baceno-per-soccorso-donna-copia