Aggiornato al 28 Febbraio 2024

L’intervista di Eco Risveglio all’onorevole Enrico Borghi è diventata lo spunto del “Corriere della Sera “per un servizio sul tentato spionaggio russo in Italia

Le parole dell’onorevole Enrico Borghi, rilasciate in un’intervista comparsa su ’”Eco Risveglio” questa settimana, sono state riprese oggi, giovedì, dal giornalista Francesco Verderami del “Corriere della Sera” in un articolo che parla del tentato spionaggio russo in Italia durante la missione di aiuto al Covid. L’articolo, con il riferimento alle parole di Borghi raccolte dal giornalista Roberto Bioglio e pubblicate su “Eco Risveglio”, è stato ripreso anche da altre testate come “il Giornale”, in un articolo di Alessandro Ferro comparso online. Nell’intervista  l’onorevole ossolano, membro del Copasir, aveva spiegato che era solo grazie «all’impegno della nostra sicurezza se quella missione ha avuto un esito non problematico. Dire che non ci sono stati problemi, infatti, non significa che non ce ne sarebbero potuti essere. E se non ce ne sono stati è perché c’è stato chi li ha evitati». La frase di Borghi è stata lo spunto dell’articolo del “Corriere della Sera”; il giornalista d’inchiesta Verderami, citando anche delle fonti dell’intelligence italiana, ha svelato dettagli sul tentativo dei russi di acquisire informazioni sulle basi aeree di Ghedi, in Lombardia, e di Amendola, in Puglia. Ora il tema sarà approfondito dall’indagine in corso svolta dal Copasir, che tenterà di far luce su una missione che fin dall’inizio aveva destato grandi perplessità all’interno delle nostre forze armate.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

foto-incendio-appartamento-per-sito