Aggiornato al 23 Aprile 2024

Una decina di auto prese di mira a Verbania. I carabinieri fermano i tre responsabili, tra cui un minorenne

Una decina di auto prese di mira, righe sulle fiancate, lunotti spaccati con corpi contundenti, nel parcheggio vicino all’ospedale Castelli di Verbania: questo il bilancio di domenica sera quando i carabinieri sono arrivati sul posto grazie ad una segnalazione. Si tratterebbe di tre persone del posto, un minorenne e due maggiorenni, di cui uno, P.U., 32 anni, denunciato anche per resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale, con precedenti sempre per resistenza. Gli uomini dell’Arma avrebbero intimato ai tre di smettere quanto stavano facendo e il 32enne si sarebbe «scagliato contro i due carabinieri iniziando una violenta colluttazione, colpendoli ripetutamente con calci e pugni, ma venendo comunque immobilizzato dai militari» si legge nella nota. Con l’aiuto di altri uomini dell’Arma i tre sono stati portati in caserma e denunciati per patteggiamento, mentre P.U. è stato tratto in arresto anche per le lesioni patite da uno dei due carabinieri che ha riportato una piccola frattura per cui è dovuto ricorrere alle cure dei sanitari. I carabinieri hanno già raccolto alcune denunce da parte dei proprietari delle auto. (Foto di scena)

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

tir-bloccato-in-centro-a-domo-1