Aggiornato al 21 Febbraio 2024

A Stresa l’incontro sul futuro della funivia del Mottarone. Si pensa ad un progetto innovativo

Si è svolto ieri, mercoledì, a Stresa l’incontro con il professor Angelo Miglietta, consulente del ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, per la ricostruzione della funivia del Mottarone. Presente la sindaca Marcella Severino e, in collegamento online, l’assessore regionale Matteo Marnati. «Si è pervenuti a una pre formulazione di business plan che, quando definito, potrà essere una base per le procedure competitive previste dalla normativa. Sarà così garantita la dovuta trasparenza, ma anche l’attrattività, per evitare gare deserte che danneggerebbero l’intero progetto». Se ci sarà continuità, come si auspica anche l’assessore Marnati, con il nuovo Governo il progetto proseguirà per il suo iter e verso la fine del 2022 si potrà formulare la gara. Per quanto riguarda la realizzazione dell’impianto è presto per parlare di tempi, ma si prospettano non brevissimi. Per tutti, tre sono le parole chiave di questo progetto: sicurezza, innovazione e sostenibilità. Severino per evitare fraintendimenti ha sottolineato inoltre che, «come da volontà anche del ministro Garavaglia adesso si pensa alla realizzazione della tratta Stresa-Mottarone, poi il prossimo step sarà quello di guardare verso il lago d’Orta. Oltre alla funivia in vetta si pensa a nuove offerte turistiche quindi non solo lo sci, ma anche ad esempio le bici elettriche per un turismo green».

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

drone
andrea-amabile