Aggiornato al 5 Ottobre 2023

Carabinieri impegnati nei servizi del fine settimana

E’ stato un fine settimana di controlli straordinari del territorio, che ha visto impegnati i Carabinieri del Comando provinciale  di Verbania. I servizi erano finalizzati «alla prevenzione e repressione – hanno fatto sapere in una nota dall’Arma – contro il patrimonio  e il traffico di stupefacenti, così come al controllo alla circolazione lungo le principali arterie della provincia, specie in orario serale e notturno». In questo caso sono state denunciate complessivamente 9 persone. I carabinieri della Compagnia di Verbania a Gravellona Toce hanno «fermato due fratelli che a bordo della propria autovettura avevano occultati 187 grammi di marijuana, oltre ad un bilancino di precisione e al materiale per il confezionamento». A quel punto per tutti e due è scattata la denuncia all’autorità giudiziaria per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio. Altro servizio è stato quello portato a termine sulle alture di Stresa, dove è stato fermato un 40enne nato in Svizzera, senza fissa dimora, che addosso aveva un coltello a scatto di 19 centimetri, poco più di 5 grammi di hashish e 0,1 grammi di cocaina. Di conseguenza è scattata la segnalazione alla Prefettura per uso di sostanze stupefacenti e la denuncia a piede libero per porto d’armi e oggetti atti ad offendere. Ed ancora per quanto riguarda le armi, un 50enne che risiede in provincia è stato denunciato dai carabinieri «per porto abusivo di armi o oggetti atti ad offendere poiché fermato a bordo della propria autovettura per un controllo durante il quale è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico e di un martello frangi vetro, per i quali non è stato in grado di giustificarne il possesso». «Altri due automobilisti – hanno fatto sapere ancora i Carabinieri – sono stati denunciati per guida in stato di ebbrezza alcolica: uno aveva un tasso alcolico nel sangue quasi quattro volte superiore al consentito, mentre il secondo aveva un valore pari a 2,10 g/l». Per tutti e due insieme alla denuncia a piede libero è arrivato il ritiro della patente di guida. Per quanto riguarda, invece, i Carabinieri della Compagnia di Domodossola, i servizi messi in campo hanno portato al ritiro di tre patenti di guida. A Crevoladossola è stato fermato un 20enne che mostrava tutte le caratteristiche dovute all’uso di stupefacenti, ma dal momento che ha rifiutato di sottoporsi agli accertamenti del caso, gli è stata ritirata la patente. Stessa sorte ad un automobilista denunciato per guida in stato di ebbrezza, visto che è stato sorpreso con un tasso alcolico superiore all’1,5 g/l. L’ultimo automobilista è stato fermato a Domodossola e sottoposto ad etilometro, al quale è risultato positivo con un tasso di 1,25 con il conseguente, anche in questo caso, ritiro della patente. Altro intervento dei carabinieri, sempre nel week end, dopo che un uomo, separato dalla moglie, aveva contattato la centrale operativa di Verbania riportando che l’ex moglie era andata al bar ed aveva lasciato la loro figlioletta di tre anni in casa da sola. I militari, portatasi immediatamente sul posto, hanno verificato che effettivamente la donna era andata al bar sotto casa per consumare alcolici, lasciando per pochi minuti la bimba sola in casa. Le condizioni della piccolina, sempre secondo quanto riferiscono dall’Arma, sono apparse subito buone e la madre è stata denunciata per abbandono di minori. 

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

Maria-Pia-Bottacchi_01