Aggiornato al 23 Aprile 2024

Stresa commossa per la scomparsa dell’ex consigliera Maria Cabrini

La comunità stresiana piange Maria Cabrini, da tutti conosciuta come Consuelo, una persona che si è sempre spesa per gli altri fino a quando la salute gliel’ha permesso. Nata il 28 giugno 1946, aveva 76 anni;  sono in molti a ricordarla con affetto. «È stata consigliere comunale e ha sempre collaborato con l’assessore al Sociale Valeria Sala – racconta il sindaco Marcella Severino -. La sua scomparsa mi colpisce molto, la ricordo come una donna minuta. Ricordo il suo sguardo profondo, sempre impegnata in prima persona nell’aiutare gli altri». Tra le sue collaborazioni anche quelle con la Pro loco ed il comitato di Stresa della Croce Rossa. «Era tutt’ora iscritta alla Cri di Stresa – dice il presidente Marcello Barbè -, sempre inserita e sempre operativa, fino a che ha potuto e lo era da ben più di 20 anni. Consuelo è stata ispiratrice e motore del comparto socio assistenziale della Croce Rossa di Stresa. Adesso abbiamo una componente unica, ma tempo fa esisteva un comitato femminile provinciale di Verbania della Croce Rossa e lei ne faceva parte. È anche grazie a lei, con l’allora presidente Viganò, se da delegazione siamo diventati comitato». La sua scomparsa lascia un grande vuoto anche al Centro anziani, dove era volontaria, e nella sua presidente Valeria Sala.

«Consuelo era una grande donna – la ricorda la presidente ed ex assessore comunale Sala -. Ha lavorato con me nell’amministrazione comunale precedente a questa. Per 15 anni abbiamo collaborato nell’ambito sociale ed abbiamo condiviso tantissime cose. Aveva una forza ed una passione straordinarie. Si dedicava agli altri in una maniera incredibile e ai bisogni dei cittadini che si rivolgevano a lei. Ha sempre lottato con grande forza e coraggio anche contro il male che l’aveva colpita. Prima di Natale aveva contribuito all’organizzazione del pranzo sociale e nel giorno dell’Epifania della festa. Aveva preparato i regalini per la tombolata e molto altro come era solita fare. Perfino una quindicina di giorni prima che mancasse, quando era ricoverata in ospedale, io e lei abbiamo parlato al telefono di una situazione che era rimasta in sospeso per aiutare una famiglia bisognosa, fino all’ultimo ha avuto il pensiero di portare aiuto. Sarà difficile per me andare avanti senza di lei. La ricordo come un’amica sempre impegnata in prima linea, silenziosa, che non aveva desiderio di farsi notare per quello che faceva. Era riservatissima e svolgeva il suo compito con umiltà».

Il funerale è stato celebrato nella chiesa parrocchiale di Stresa il pomeriggio di ieri, martedì, con la partecipazione, tra gli altri, del gonfalone del Comune con il sindaco Marcella Severino e del picchetto della Croce Rossa di Stresa. La scomparsa di Consuelo Cabrini lascia nel dolore il marito Marco con le figlie Renata, Nicoletta e Simonetta.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

tir-bloccato-in-centro-a-domo-1