Aggiornato al 19 Giugno 2024

Attività di panificazione posta sotto sequestro. I locali erano invasi dalle blatte e i prodotti in pessimo stato

Un laboratorio di panificazione, così come l’attiguo negozio, di una località rivierasca del Verbano, a seguito di un’attività ispettiva è stato sequestrato e i due titolari denunciati penalmente. E’ il risultato dell’operazione portata a termine la scorsa notte dai Carabinieri del NAS (Nucleo Antisofisticazione e Sanità) di Torino, coadiuvati dai militari della stazione di Stresa, all’interno di una campagna di controllo, anche in vista delle imminenti festività pasquali. «Gli uomini dell’Arma – hanno fatto sapere dal Comando provinciale di Verbania – hanno accertato che il laboratorio, il magazzino e il negozio adiacente risultavano completamente invasi da colonie di blatte che avevano infestato le materie prime, gli impasti, le attrezzature e i macchinari per la lavorazione del pane, i forni e le camere adibite alla lievitazione». Così, al termine del controllo i militari hanno sequestrato 3 tonnellate di prodotti alimentari, tra cui farine e impasti lievitati, così come prodotti già finiti e pronti per essere messi in commercio, come ad esempio colombe pasquali artigianali ed altre specialità da forno «trovate in precarie condizioni igienico sanitarie e in pessimo stato di conservazione». A quel punto i carabinieri hanno posto i sigilli sia al laboratorio che al negozio, posti entrambi sotto sequestro, mentre i due titolari sono stati denunciati a piede libero e ora dovranno rispondere «di commercio di sostanze nocive e vendita di sostanze alimentari non genuine come genuine». «L’attività dei Carabinieri – hanno concluso dall’Arma – ha evitato che prodotti potenzialmente lesivi della salute dei consumatori e mal conservati, finissero sulle tavole di ignari acquirenti». 

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

giancarlo-conte-ok