Aggiornato al 23 Maggio 2024

Attività intensa nel week end per la Polizia. Diverse le sanzioni amministrative comminate

Alla luce del week end particolare che ha visto nel Vco il passaggio del Giro d’Italia di ciclismo, il questore Luigi Nappi ha deciso di intensificare i controlli sul territorio, in particolare in relazione ai fenomeni di spaccio di sostanze stupefacenti, degrado urbano e disturbo della quiete pubblica. Tra gli obiettivi primari c’era anche la prevenzione e la repressione dei reati che vengono compiuti sulle strade, in particolare la guida in stato di ebbrezza e sotto sostanze stupefacenti. Sono stati 12 i posti di controllo messi a punto lungo le principali strade sia in ingresso che in uscita da Verbania, sette gli esercizi pubblici controllati, in modo particolare durante le ore serali e notturne, per quanto riguarda il disturbo della quiete pubblica e il rumore dovuto alla diffusione di musica ad alto volume. L’attività della Polizia ha portato al controllo di 331 persone e 114 veicoli, con 7 sanzioni amministrative. Quattro di queste sono state contestate per il possesso di sostanza stupefacente per uso personale. Entrando più nel dettaglio, gli agenti della Sottosezione della Polizia Ferroviaria di Domodossola, unitamente ai colleghi della  Sezione Volanti di Verbania, «hanno segnalato all’autorità competente – hanno fatto sapere dalla Questura – per uso personale di sostanza stupefacente 4 soggetti, di cui due cittadini italiani di 36 e 25 anni, un cittadino di origini colombiane di 20 anni, e un cittadino marocchino 30enne, sequestrando amministrativamente 11 grammi di hashish, 11 di marijuana e 1 grammo di cocaina». Sempre all’interno del medesimo servizio, gli agenti della Volante hanno provveduto a denunciare un automobilista italiano di 36 anni (protagonista di un incidente stradale avvenuto intorno alle 2 di sabato ai Tre Ponti, a Verbania, dove nessun altro veicolo è stato coinvolto) per guida in stato di ebbrezza, dal momento che aveva un tasso alcolemico pari a 1,45. Il personale dell’Ufficio immigrazione, infine, la sera di venerdì 19 maggio ha provveduto ad accompagnare un cittadino straniero al Centro di permanenza per il rimpatrio di Potenza perché espulso dal territorio nazionale. Si tratta di un 30enne di nazionalità ecuadoriana, che durante la permanenza in Italia si è reso protagonista di diversi reati.  

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

elisa-longo-borghini-per-sito