Aggiornato al 24 Febbraio 2024

Oggi a Ghiffa l’addio a Matteo Fiorini, il 34enne ucciso una settimana fa

Si sono svolti nel primo pomeriggio di oggi, giovedì, i funerali di Matteo Fiorini, il 34enne ucciso il 15 giugno nella sua casa di Susello, con una decina di coltellate, in circostanze ancora da chiarire. Parenti ed amici si sono stretti intorno alla famiglia del ragazzo, così come il parroco don Angelo Nigro, le cui parole hanno voluto lanciare un messaggio di speranza e solidarietà  per il futuro: «La vita, come sappiamo, può finire da un momento all’altro, anche in modo così drammatico. In un mondo dove è sempre più difficile aiutare chi rimane indietro, ognuno di noi dovrebbe guardare alla propria vita per capire quanto aiutiamo gli altri. Ognuno di noi vive per amare ed essere amato. Qui al centro estivo c’è un bambino autistico al cento per cento. Dopo due settimane con noi ha iniziato a parlare. L’amore è questo». Una predica semplice, come ribadito anche dallo stesso parroco, poche parole ma destinate a far riflettere sul bene e sul male che quotidianamente viene messo in atto. Al termine della funzione la salma è stata trasferita nel cimitero locale. 

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

norma-bianchi