Aggiornato al 25 Giugno 2024

A Pallanzeno allarme acqua rientrato dopo che il Comune aveva emesso un’ordinanza per la bollitura a scopi alimentari

“Allarme” ormai rientrato a Pallanzeno per quanto riguarda l’ordinanza del Comune, datata 21 luglio, di bollitura dell’acqua a scopi alimentari dopo che l’Asl aveva effettuato dei controlli su campioni di acqua riscontrando caratteristiche di non potabilità. Già oggi, venerdì, il sindaco di Pallanzeno, Gianpaolo Blardone, ha ricevuto notizia da Idrablu spa, ente gestore dell’acquedotto comunale, che le ulteriori analisi dell’Asl su altri campioni di acqua hanno dato esito negativo. Per l’ufficialità, però, si dovrà attendere presumibilmente lunedì, anche se il sindaco Blardone ha fatto sapere: «Tra oggi e domani la Protezione civile avviserà già la popolazione, seppur in modo ufficioso. La nostra rete idrica rispetto ad altri paesi è piuttosto nuova, le tubazioni sono state sostituite circa 20 anni fa, quando si era investito in mutui derivanti dalla cassa depositi e prestiti proprio a questo scopo. Ai tempi si era provveduto a sistemare anche la rete fognaria. Purtroppo non siamo esenti da perdite saltuarie sulla rete, che peraltro Idrablu verifica costantemente, ma fortunatamente non abbiamo mai avuto crisi d’acqua anche in momenti di siccità,  perché il paese, non avendo frazioni, è piuttosto concentrato». L’acquedotto viene “caricato” dalla sorgente che si trova in Val Maggiore, mentre in caso di emergenza c’è un pozzo artificiale nelle vicinanze della centrale idroelettrica di Pallanzeno.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

foto-per-sito-controlli-cc