Aggiornato al 17 Aprile 2024

Due persone morte sulle montagne. Domenica impegnativa per i soccorritori

Un’altra giornata da bollettino di guerra sulle montagne del Vco: sono infatti due le persone decedute ieri, domenica, oltre a tre persone recuperate in luoghi impervi. Il primo decesso si è verificato a Colle, nel comune di Oggebbio, poco sotto il Monte Morissolino. La vittima è Gian Luigi Bernasconi, verbanese di 63 anni. Era con il cugino a cercare funghi nei boschi sopra Verbania quando è stato colpito da un infarto che si è rivelato fatale. Il recupero della salma è stato effettuato dai Vigili del fuoco di Torino in quanto il Soccorso alpino era impegnato in un altro intervento. Sul posto anche i carabinieri per gli accertamenti giudiziari del caso.  
Nelle stesse ore il Soccorso alpino, con altri  nuclei specialistici dei reparti volo dei Vigili del fuoco e personale sanitario, sono stati impegnati per recuperare in Valle Cannobina, in zona Falmenta, tre cercatori di funghi che avevano chiesto aiuto dopo essersi avventurati in una zona molto impervia nei boschi del vallone di Crealla, poco sotto la Cima Cerro. Ed ancora un uomo sulla settantina residente nella zona di Milano ha perso la vita precipitando in un dirupo per oltre 200 metri sotto gli occhi della figlia e del genero. Entrambi in stato di shock e impossibilitati a muoversi per via del terreno particolarmente impervio, sono stati recuperati dall’elicottero dei vigili del fuoco del nucleo di Malpensa in apparenti buone condizioni mentre l’eliambulanza 118 ha proceduto al recupero del corpo senza vita della persona precipitata. All’operazione hanno collaborato anche squadre di terra dei vigili del fuoco di Verbania in cooperazione con Soccorso alpino civile e Soccorso alpino della Guardia di finanza.  In valle Vigezzo è invece intervenuto l’elicottero Drago del nucleo di Torino dei Vigili del fuoco per recuperare, nel comune di Toceno, poco sotto “la Cima” tra l’alpe “la Colma di fuori” e “la Colma di dentro”, un escursionista che si era perso. L’uomo è riuscito a fornire le coordinate ed è stato tratto in salvo grazie al supporto a terra fornito dal personale specialista del Soccorso alpino civile. Infine, intorno alle 16, il personale del distaccamento di Domodossola dei Vigili del fuoco è intervenuto sul canale Enel che costeggia la Collinetta dello Sport a Villadossola per trarre in salvo un uomo che, per cause ancora da stabilire, è caduto nel canale. Due persone di passaggio avevano sentito le sue urla ed erano accorse in suo aiuto, bloccando il trascinamento del malcapitato dovuto alla forza dell’acqua. I due sono riusciti a tirarlo fuori dall’acqua e hanno poi allertato i soccorsi. I vigili del fuoco hanno messo in sicurezza l’uomo, che era già in evidente stato di ipotermia, affidandolo poi alle cure dei volontari sanitari di Villadossola, che lo hanno trasportato all’ospedale. Sul posto anche una squadra di soccorso fluviale dei vigili del fuoco del Comando di Verbania.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

A26-per-sito