Aggiornato al 19 Giugno 2024

Il commissario prefettizio Terribile e il suo vice Moscatello si sono presentati agli aronesi

«Sulla città non è calata una cortina di ferro, vorrei rassicurare gli aronesi, dai quali mi aspetto serenità». Il commissario prefettizio Alfonso Terribile, nella sua prima conferenza stampa tenutasi la mattina di oggi, giovedì, ha illustrato le linee guide della sua amministrazione per i prossimi mesi: «Io e il vice commissario Antonio Moscatello (a sinistra nella foto con Terribile, ndr) ce la metteremo tutta per quanto riguarda la gestione ordinaria, potremmo occuparci anche della straordinaria ma è prassi che i commissari prefettizi se ne astengano laddove non necessario. Insediandomi comunque ho avuto l’impressione di una città ben strutturata e ho avuto un apporto straordinario, è il caso di dirlo, da parte dei dirigenti comunali, la crisi che “full immersion” nelle problematiche dell’amministrazione, per valutare a cosa si debba dare la priorità. I lavori in corso comunque continueranno a svolgersi normalmente. Circa le attività straordinarie valuteremo caso per caso, ma va tenuto presente che noi sostituiamo un’amministrazione che è espressione dei cittadini di Arona e non possiamo fare le stesse cose che potrebbe fare quest’ultima». Il vice commissario Moscatello, vice prefetto di Novara, ha aggiunto: «Ho visto cittadini preoccupati per le conseguenze del commissariamento, ma come ha detto il presidente Mattarella i commissari prefettizi sono figure a geometria variabile, sanno cioè adattarsi alle diverse situazioni: non ci improvvisiamo in questa funzione, saremo vicini ai cittadini anche se non potremo essere come un sindaco».

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

giancarlo-conte-ok