Aggiornato al 17 Aprile 2024

Il sindaco Monti: «Alcuni Comuni vogliono lasciare l’Asl Vco. La Regione pensi a un piano di rilancio forte»

E’ intervenuto anche il sindaco di Baveno, Alessandro Monti, sulla recente notizia relativa alla sanità, ovvero che alcuni Comuni del Cusio avrebbero l’intenzione di lasciare l’Asl Vco, per entrare a far parte dell’azienda sanitaria di Novara. «La notizia di queste ore è fonte di preoccupazione – ha spiegato Monti in una nota – e segnala come la situazione della sanità nella nostra provincia stia di fatto precipitando. D’altronde tutte le persone che necessitano di assistenza sanitaria si imbattono in una situazione a dir poco complicata: lunghe liste d’attesa per ricevere esami e visite, la mancanza di medici di famiglia, l’assenza di investimenti per la medicina territoriale, la fuga di medici e infermieri, eccetera». Il primo cittadino ha aggiunto: «Tutto ciò si traduce in un netto calo della qualità dei servizi sanitari pubblici, il tutto a favore della sanità privata. Quando si pensa di cambiare Asl, significa che gli amministratori non hanno più fiducia nella politica sanitaria della Regione Piemonte per questo territorio. Data la situazione di malessere è necessario che la Regione si muova velocemente con la presentazione di un forte piano di rilancio della sanità pubblica che ad oggi clamorosamente manca. Speriamo anche in una veloce convocazione dell’Assemblea dei sindaci dell’Asl per discutere di quello che sta accadendo».

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

intervento-vigili-del-fuoco-per-sito