Aggiornato al 25 Febbraio 2024

In superstrada contromano rischia per due volte un frontale. Fermata una donna

Erano le 4 del mattino di domenica 26 novembre quando una donna di origine rumena, ma residente in Svizzera, ha imboccato la statale 33 del Sempione all’altezza dello svincolo di Villadossola contromano, rischiando l’impatto frontale con una pattuglia della Polizia stradale di Verbania. L’automobilista probabilmente «troppo concentrata nel seguire le indicazioni del navigatore che l’avrebbe riportata a casa – hanno fatto sapere in una nota dalla Questura – non si è resa conto di essere in contromano e che stava procedendo in direzione nord sulla carreggiata sud». Prima che gli agenti, non senza difficoltà, riuscissero a fermarla, ha rischiato un altro impatto frontale, dal momento «che, tenendo la sua destra ma sulla carreggiata sbagliata – hanno fatto sapere ancora dalla Polizia – sostanzialmente si trovava a circolare in corsia di sorpasso». Ed è stato grazie alla prontezza di riflessi di un’automobilista che non si è verificato un grave incidente. La donna per evitare l’impatto è andata a sbattere contro la segnaletica di un cantiere stradale. Una volta fermata, all’automobilista in contromano è stata ritirata la patente svizzera «per l’applicazione dell’inibizione alla circolazione sul territorio nazionale per il periodo che il prefetto stabilirà. Inoltre alla donna straniera è stata contestata anche la violazione dell’articolo 143 del codice della strada che sanziona la circolazione contromano e di conseguenza dovrà pagare un’ammenda amministrativa pecuniaria di poco più di 300 euro».

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

norma-bianchi