Aggiornato al 16 Giugno 2024

La lettera di papa Francesco agli alunni dell’Istituto Carmine: «Grazie bambini»

Forse nessuno degli allievi dell’Istituto comprensivo “Carmine” pensava di ricevere una lettera da papa Francesco. Per questo motivo quando è arrivata ha colmato di gioia il cuore di tutti ed è stata accolta con stupore dagli alunni e persino dagli insegnanti. Tutto è nato grazie a un’idea del docente Irc Roberto Cutaia, un vero vulcano di iniziative per chi lo conosce. Dietro suo impulso gli alunni, muniti di carta e penna, hanno spedito a Roma una lettera per porgere al papa «gli auguri di un Santo Natale e di un buon anno nuovo», invitandolo «ad avere cura della sua salute» e «a non stancarsi troppo, rinunciando eventualmente a qualche impegno», promettendo inoltre «di accompagnarlo con la preghiera». Dopo quattro settimane dall’invio della lettera, l’Istituto comprensivo di Cannobio, Cannero Riviera e Valle Cannobina, diretto dalla dirigente scolastica Arianna Ditta, ha ricevuto la risposta da papa Francesco tramite l’assessore monsignor Roberto Campisi. Il pontefice ha manifestato il suo apprezzamento per “il bel messaggio augurale”, invitando allievi e insegnanti «a scorgere nel presepe Gesù fatto bambino per noi, che nell’umiltà desidera manifestare il grande amore per l’umanità» e affidando tutti «alla protezione della Santa Famiglia di Nazareth». Una lettera, chiusa dalla paterna benedizione apostolica, che ha saputo certamente aggiungere alla routine scolastica un tocco di freschezza, di gioia, di fiducia e di speranza.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

giugno-domese