Aggiornato al 22 Aprile 2024

Si vogliono vendere le ex. scuole. Parere favorevole in consiglio comunale

Quasi tutti presenti i consiglieri nell’ultima seduta ordinaria di mercoledì 7 febbraio (assente giustificato Marco Possa) a Bognanco. All’ordine del giorno, dopo aver approvato i verbali delle sedute precedenti, c’è stata l’approvazione del Piano alienazioni immobiliari. Parere favorevole alla riconferma che fra gli immobili principali da vendere figurano ancora le ex scuole di Campeglio e l’alpeggio di Casariola; il gruppo di minoranza si è astenuto. La seduta è proseguita con l’approvazione delle aliquote Imu per il 2024. Parere favorevole a mantenere le aliquote dello scorso anno, ovvero nel particolare: 9,2 per mille sulle seconde case; 8,6 per mille per gli alberghi e 10,2 per mille per gli opifici. Gruppo di minoranza astenuto. Si è trattato, poi, il punto dell’approvazione del bilancio di previsione che vede un pareggio sulla bella somma di 2.159.058 euro. Di questi, le due uscite principali sono 243mila per i dipendenti, 451mila per i vari servizi. Nelle entrate, invece, svettano le centrali idroelettriche che versano in totale 345mila/anno e l’Imu con 258mila euro. Tutti favorevoli, tranne il gruppo di minoranza che si è astenuto. La seduta è proseguita con il punto che interessa gli alpini, ovvero il rinnovo della convenzione utilizzo fabbricato di proprietà comunale in località La Gomba. E’ stato approvato il rinnovo per altri 30 anni con parere favorevole e solo due astenuti nel gruppo di minoranza. Per ultimo, il consiglio ha approvato l’ordine del giorno a tutela dei frontalieri circa la tassa sulla salute e questo – dulcis in fundo – all’unanimità.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

inaugurazione-radioterapia-verbania