Aggiornato al 24 Luglio 2024

Manifatturiero Vco, secondo trimestre da dimenticare

Il sistema manifatturiero del Vco mostra nel secondo trimestre del 2016 un segnale di arresto, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, sia per produzione (-2,9%) ma anche per il fatturato (-2%).
La performance del Vco risulta la più bassa in Piemonte, che in media registra: +1,5 la produzione, +1,4 il fatturato. Negativi gli ordinativi interni (-5,9%), mentre sono stabili gli ordinativi esteri (+0,5%) rispetto allo stesso periodo del 2015, entrambi i risultati sono sotto la media piemontese (rispettivamente +0,3 e +5,2%).
Negativo l’andamento del fatturato all’estero (-6,3%) rispetto lo scorso anno. Lo spiraglio di luce aperto dalle aspettative rilevate nel primo trimestre 2016 per il secondo, pare quindi offuscarsi. Le attese degli imprenditori per il periodo luglio/settembre 2016 fanno registrare saldi ottimisti/pessimisti in peggioramento. Il quadro quindi va monitorato costantemente. E’ quanto emerge dall’analisi congiunturale relativa al secondo trimestre 2016 realizzata dalla Camera di Commercio del VCO in collaborazione con Unioncamere Piemonte. Nel Vco, rispetto al secondo trimestre del 2015, per la produzione si registra un risultato lievemente positivo nel settore chimico (+0,4%) e una contrazione meno marcata rispetto alla media provinciale per il settore misto1 (-1,4%). Per quanto riguarda il fatturato, il settore misto è stabile (+0,5%), negativi gli altri settori.
Il grado di utilizzo degli impianti scende da 63,17% a 61,98% .
L’unico settore a registrare un andamento positivo per gli ordinativi interni è il chimico (+2,5%).
Per quanto riguarda gli ordinativi esteri, bene il settore chimico, una leggera crescita per il metalmeccanico, in diminuzione tessile e settore misto. Aspettative degli operatori per il terzo trimestre 2016 per tutti gli indicatori economici sono peggiorate le aspettative a tre mesi degli imprenditori. La produzione industriale aumenterà solo per il 7% degli intervistati, e rimarrà stabile per il 56%, registrando un saldo ottimisti-pessimisti pari -31% (era -5% il trimestre scorso). In aumento il fatturato per il 7% degli intervistati, con un saldo ottimisti-pessimisti -33% (era -1,2% il trimestre scorso). Stabili per oltre il 60% degli intervistati le attese sugli ordinativi totali. In particolare sono stati rilevati saldi negativi sia per gli ordini interni (-21%) che per quelli esteri (-23%).

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

vigili-del-fuoco-a-baceno-per-soccorso-donna-copia