Aggiornato al 19 Luglio 2024

Dogane e Monopoli donano gli igienizzanti sequestrati al Dipartimento di Protezione civile di Verbania

L’Agenzia dogane e monopoli del Vco ha consegnato le 37mila confezioni di gel igienizzante, depositate presso lo scalo di Domo II a Villadossola, al Dipartimento della Protezione Civile di Verbania. Nei giorni scorsi, infatti, l’agenzia aveva requisito le confezioni da 50 ml per le mani destinatad una società con sede in Svizzera per “cause di forza maggiore” «previste dalle disposizioni in vigore che prevedono questa misura su dispositivi di protezione individuale e materiale sanitario» si leggeva nella nota. L’intera partita di merce era arrivata, tramite trasporto su gomma, allo scalo ferroviario di Domo II nel comue di Villadossola. Qui era stata intercettata dagli operatori della dogana. L’azienda che ha prodotto il materiale e che ha visto la mancata consegna nel vicino territorio elvetico, sarà «equamente indennizzata» spiegavano ancora dagli uffici. Di pochi giorni fa la notizia riportata da alcuni media elvetici in cui si legge che l’associazione svizzera dei trasportatori stradali (Astag) avrebbe letto la requisizione con un “furto di stato” da parte dell’Italia. Il materiale sarebbe stato acquistato «dalla società elvetica Victory Switzerland – si legge – dall’azienda tedesca Gifts & Beauty Handels GmbH di Herdecke, che però produce in Italia, pagandola tre settimane fa più di 30mila franchi (28mila euro)». Dagli uffici dell’Agenzia delle dogane fanno sapere di aver inviato ai vicini d’Oltralpe, tutte le comunicazioni previste dalla normativa, che prevedono come “per cause di forza maggiore”, sia possibile bloccare la merce, in periodo Covid, se si tratta di dispositivi di protezione o sanitari.

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

tir-fuori-carreggiata