Articolo

28 settembre 2022 VERBANIA c.b.

La piscina comunale di Verbania interessata da importanti interventi riaprirà il 3 ottobre

Cronaca Prima pagina

Apertura prevista per il 3 ottobre per la piscina comunale di Verbania dopo i lavori di riduzione della profondità della vasca interna, al fine di diminuire il quantitativo di acqua utilizzata e così risparmiare sui costi per il suo riscaldamento. Gli interventi sono stati previsti per rendere più sostenibile e meno impattante il consumo energetico che il gestore si trova a dover affrontare, evitando una temuta chiusura nel periodo invernale. Presenti all'incontro di presentazione la sindaca, Silvia Marchionini, l'assessore Patrich Rabaini, il direttore dell'associazione H2O che gestisce la piscina, Alberto Boero, e il referente di Tecnocostruzioni, Mauro Piras. «Non si è trattato solo di lavori per ridurre la capacità di capienza dell'acqua - ha detto Piras - ma c'è stata anche una manutenzione generale comunque obbligatoria da realizzare nei prossimi anni. Abbiamo cercato di concentrare i tempi, lavorando tutto il mese di agosto per arrivare al risultato». Vasca che è stata collaudata dal Coni, quindi disponibile a tutte le attività di nuoto, pallanuoto, nuoto sincronizzato, nuoto per il salvamento e attività subacquea, rispettando i criteri dettati dalle federazioni. «Unica attività che non si può più fare - ha sottolineato Boero - ma che comunque non si fa più già da diverso tempo, è quella dei tuffi, che in Italia ormai viene svolta solo in pochissimi centri specializzati». La diminuzione di capienza dell'acqua si attesta a circa metà portata, dai 1.100 metri cubi iniziali agli attuali 550 metri cubi. «In termini di risparmio energetico - ha aggiunto Boero - prima con 1.100 metri cubi di portata d'acqua avevamo in funzione due grandi motori con due filtri. Ora funzionerà un solo motore con un filtro». Cambiate anche alcune delle lampade di illuminazione sostituite da luci a led a minore impatto. Nessun cambiamento, invece, nei servizi con costi che sono stati mantenuti al livello più basso possibile. La risposta relativa allei iscrizioni è stata positiva, anche considerando la chiusura di altre strutture del territorio, come ad esempio Baveno, la cui utenza graverà sulla piscina di Verbania.