Articolo

05 settembre 2018 PREMOSELLO-CHIOVENDA Redazione

Referendum pro Lombardia, stop da Premosello

Politica

La giunta Monti non intende autorizzare le spese per gli adempimenti vari riferiti al referendum per il passaggio in Lombardia del 21 ottobre senza la conferma che i costi verranno rimborsati dalla Provincia. «Voglio evitare di incorrere in possibili rilievi o sanzioni da parte della Corte dei Conti a seguito di impegni di spesa, assunti per compiti non attinenti alle funzioni dell’Ente», spiega il sindaco. Pertanto la responsabile del servizio non è stata autorizzata a procedere con l’emissione degli atti propedeutici allo svolgimento delle consultazioni referendarie. La decisione è stata comunicata a Provincia e Prefettura chiedendo lumi in merito.