Articolo

25 gennaio 2017 VERBANIA a.s.

Nuovo consiglio provinciale, prima riunione

Politica
Si è tenuta stamani mercoledì 25 gennaio la prima riunione del nuovo consiglio provinciale del Verbano Cusio Ossola, a seguito del voto dell’8 gennaio dei 603 amministratori locali votanti su 830 aventi diritto. Il centrosinistra ha mantenuto la maggioranza in consiglio con 5 consiglieri provinciali della lista “Progetto Vco”, che sono: gli uscenti Riccardo Brezza, Gianni Morandi, Rosarita Varallo e Silvia Tipaldi ed il nuovo eletto Fabio Pizzicoli. Il centrodestra porta invece 3 consiglieri ascrivibili alla lista: “La Provincia del Territorio”, che sono Fabio Basta, Mario Geraci e Luigi Spadone. I rimanenti due consiglieri appartengono alla lista: “Laghi e Monti” e sono Giandomenico Albertella e Rino Porini. Come primo punto è stata messa all’ordine del giorno la proposta di Rino Porini, visto l’esito del no al referendum costituzionale, sul ritorno dell’elezione diretta del consiglio e del presidente della provincia. L’argomento è stato discusso e verrà approfondito nelle prossime riunioni provinciali. E’ stato approvato all’unanimità l’intervento urgente sulla strada provinciale 135 Colloro, dove la provincia non impegnerà soldi ma saranno messi dai comuni di Vogogna e Premosello, con l’aiuto della regione Piemonte. Sul secondo punto è stato presentato al nuovo consiglio il programma di governo, elencato dal presidente Stefano Costa e che punta sull’edilizia scolastica e gli accordi con Anas sulla manutenzione delle strade 249 del Lago D’Orta e la 549 di Macugnaga. E’ stato approvato con il voto della lista Progetto Vco, astenute le due liste “Provincia del Territorio” e “Laghi e Monti”. Approvato all’unanimità il terzo punto riguardante lo scioglimento della convenzione tra la provincia del Vco ed i comuni di Civiasco, Rimasco, Carcoforo e Rima San Giuseppe per il servizio in forma associata della Segreteria generale. Approvato anche il punto tecnico della declassificazione dei tratti di strada provinciale n°74 Baceno-Goglio e acquisizione degli stessi da parte del comune di Baceno.