Aggiornato al 17 Luglio 2024

Spacciava droga in casa, arrestato il pusher del 1996 che ha opposto resistenza agli agenti ferendone uno

Spacciava la droga in casa ma i poliziotti lo hanno arrestato in flagranza dopo aver trovato dello stupefacente indosso ad un cliente appena uscito dall’abitazione. Ad essere fermato un cittadino italiano pluripregiudicato, classe 1996, M.C. le sue iniziali, tratto in arresto nel pomeriggio del 21 gennaio dagli agenti della Sezione antidroga della Squadra mobile della questura del Vco, con l’accusa detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale. L’uomo, recidivo per reati dello stesso genere e sottoposto alla misura di sorveglianza speciale, è stato rintracciato dopo aver ceduto ad un cliente, il cittadino italiano G.R., classe 1992, una dose di hashish di 50 grammi. 
Gli agenti sono risaliti allo spacciatore dopo aver effettuato un controllo sul cliente che era appena uscito dalla casa del pusher trovandogli addosso la dose di droga. A quel punto gli agenti hanno effettuato una perquisizione personale e domiciliare a carico dello stesso spacciatore, trovando avvolti in un involucro di cellophane trasparente 111,60 grammi di hashish, un altro involucro contenente una dose di 2,09 grammi sempre di hashish, due involucri con marijuana per 35,36 grammi, materiale per il confezionamento della droga e 270 euro in contanti. L’uomo ha fatto resistenza agli agenti, aggredendoli e ferendone uno, che ha dovuto ricorrere alle cure mediche con una prognosi di 7 giorni. 
In più gli agenti hanno contestato al pusher le aggravanti per spaccio su minore in quanto presso la sua abitazione c’era un minorenne di origini marocchine che stava acquistando la droga. M.C. ora si trova in carcere (l’autorità giudiziaria ha convalidato l’arresto) mentre il cliente, G.R., è stato segnalato al prefetto quale utilizzatore di stupefacenti; il minorenne è stato invece segnalato alla Procura dei minori. 

CONDIVIDI

ARTICOLI RECENTI

santanche-1